EP:

Delizie tutto l’anno: Conservare frutta e verdura


In molti orti il raccolto è ancora abbondante anche in questi giorni, ma anche se la soddisfazione di poter consumare frutta e verdura fresca è tanta c’è una domanda che sorge spontanea: Dove conservare il raccolto che non verrà consumato nell’immediato? E siccome non tutti hanno spazio a sufficienza per conservare frutta e verdura ti presentiamo alcuni semplici metodi di conservazione.

Il congelatore non è sempre la soluzione

Il metodo più semplice per conservare frutta e verdura è senza dubbio il congelamento.  Suddividendo gli alimenti in porzioni della grandezza desiderata è possibile averli sempre pronti all’uso in modo facile e veloce, ma alcuni tipi di verdure come per esempio i fagioli, prima di essere congelati devono essere sbollentati in modo da mantenere il loro colore e sapore. Le verdure con un alto contenuto d’acqua, come le verdure a foglia, al contrario non possono essere congelate perché scongelandole assumerebbero una consistenza molle. Lo stesso ragionamento va fatto per la frutta più acquosa come l’anguria e le banane. Le erbe invece si possono congelare molto facilmente, o da sole tritate finemente oppure in un olio di alta qualità o in acqua.


Se invece desideri risparmiare l’energia e non congelare, oppure vuoi usare lo spazio del congelatore per altre cose, una delle opzioni è quella tradizionale di cucinare frutta e verdura.

bild1_news_früchte und gemüse konservieren


Marmellate, confetture e composte possono essere preparate semplicemente tagliando la frutta a pezzi oppure frullandola e cucinandola con zucchero normale o gelatinizzante e infine mentre la frutta è ancora calda bisognerà confezionarla in barattoli di vetro sterilizzati. 

Gli spremiagrumi sono particolarmente adatti per la preparazione di gelatine di frutta. Sperimenta aggiungendo erbe e spezie. Prova la mousse di prugne con lo zenzero, la composta di mele alla vaniglia oppure le ciliegie dolci con il rosmarino.

bild2_news_früchte und gemüse konservieren

Sottovuoto ed essiccazione: il massimo risultato con il minimo sforzo

Se non hai voglia di passare pomeriggi interi a cucinare per conservare tutta la frutta e la verdura, puoi ricorrere al sottovuoto e all’essiccazione. La macchina per sottovuoto confeziona la frutta e la verdura in sacchetti appositi aspirando via l’aria. Eliminando l’aria dai sacchetti non si permette agli organismi come i batteri di agire e si evita che gli alimenti marciscano. Gli alimenti sottovuoto possono essere conservati sia in congelatore che al fresco in cantina. Se non si congelano il raccolto sottovuoto non dura moltissimo rispetto a quello cotto, ma di sicuro durerà di più di frutta e verdura tenute all’aperto.

Anche l’essiccazione è metodo di conservazione molto valido. Gli essiccatori possono essere usati per erbe, frutta e verdura. La disidratazione di questi alimenti li rende più durevoli, specialmente se poi si ha l’accortezza di conservarli in luoghi freschi e asciutti, possibilmente al buio. L’essiccazione è particolarmente indicata per i funghi oppure per la frutta e la verdura ricche di acqua. Prima dell’utilizzo i cibi essiccati vanno immersi di nuovo in acqua oppure in un brodo. L’essiccazione generalmente ha un processo lungo, questo perché per far sì che gli alimenti durino a lungo è necessario che siano completamente disidratati. Gli essiccatori fanno tutto il lavoro da soli, per questo motivo l’essiccazione significa meno sforzo.

Scopri i nostri prodotti, dispositivi che ti aiuteranno nella conservazione della frutta e della verdura del tuo orto.

Best Seller